Ville e giardini

Lontano dalle sponde dei navigli, nell’ampio territorio ricompreso nella Bassa Padovana si può visitare il seicentesco parco di Villa Barbarigo a Valsanzibio, con il grande labirinto in bosso, l’Isola dei Conigli, le grandi peschiere, i laghetti, le fontane e la ricca galleria di statue.

 

Gli splendidi effetti cromatici della fioritura delle rose caratterizzano, invece, i mesi primaverili di Villa Emo a Rivella di Monselice. Circondata da uno splendido parco di otto ettari con grotta, laghetto e altri elementi architettonici di decoro è Villa Miari de Cumani, a S. Elena d’Este, a cui le mura merlate alla ghibellina e la possente torre conferiscono l’aspetto di villa-castello.

 

Villa Pisani-Scalabrin a Vescovana si caratterizza per il parco, articolato in Giardino all’italiana e Parco Romantico all’inglese con cappella neogotica, che si fa particolarmente suggestivo nei mesi primaverili e nella prima estate quando le aiuole si arricchiscono di una grande molteplicità di fioriture, tra tutte spicca la ricca varietà di rose che donano colore e profumo. Per gli appassionati di giardini da non perdere il giardino d’inverno di Villa Ca’ Conti a Granze e la fioritura delle rose a Palazzo Bonifacio Ardit a Villa Estense.